§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

Servizio Particolare di

GIOVAN GIUSEPPE LUBRANO

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

P1120225

P1120222

P1120250

P1120247

***********************************************************************************

*************************************************************

***********************************************

P1120214

P1120236

P1120239

P1120240

P1120244

P1120245

 P1120255

P1120256

P1120258

P1120259

P1120245

P1120261

P1120262

P1120263P1120264

P1120265

P1120266

P1120267

P1120269

P1120270

P1120228

P1120271

P1120272

P1120226

P1120274

P1120273

P1120275

P1120234

P1120229

P1120276

P1120277

P1120278

P1120267

P1120279

P1120280

P1120282

P1120283

P1120284

P1120288

P1120289

P1120291

P1120293

P1120296

P1120305

P1120307

P1120310

P1120311P1120316

P1120317

P1120321

P1120322

P1120323

P1120327

P1120328

P1120329

P1120335

P1120337

P1120340

P1120342

P1120343

P1120351

P1120352

P1120354

P1120358

P1120361

P1120367

P1120370

P1120372

Il Servizio Particolare

è stato realizzato da

GIOVAN GIUSEPPE LUBRANO

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§


§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

Servizio Speciale di

GIOVAN GIUSEPPE LUBRANO

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

SAM_6668

SAM_6657

SAM_6687

SAM_6670

**********************************************************************

*****************************************************

*************************************

SAM_6654

SAM_6655

SAM_6661

SAM_6662

SAM_6667

SAM_6663

SAM_6669

SAM_6671

SAM_6672

SAM_6673

SAM_6674

SAM_6675

SAM_6676

SAM_6679

SAM_6680

SAM_6681

SAM_6690

SAM_6694

SAM_6696

SAM_6700

SAM_6702

SAM_6703

SAM_6704

SAM_6705

SAM_6707

SAM_6713

SAM_6715

SAM_6716

SAM_6717

SAM_6719

SAM_6720

SAM_6723

SAM_6725

SAM_6710

SAM_6727

SAM_6728

SAM_6730

SAM_6732

SAM_6734

SAM_6735

SAM_6736

SAM_6738

SAM_6741

SAM_6742

SAM_6744

SAM_6747

SAM_6750

SAM_6751

SAM_6752

SAM_6754

SAM_6755

SAM_6759

SAM_6762

SAM_6765

SAM_6768

SAM_6770

SAM_6772

SAM_6773

SAM_6774

SAM_6775

SAM_6780

SAM_6781

SAM_6783

SAM_6785

SAM_6787

SAM_6788

SAM_6799

SAM_6800

SAM_6802

SAM_6803

SAM_6804

SAM_6805

SAM_6806

SAM_6807

SAM_6811

SAM_6812

SAM_6813

SAM_6817

SAM_6818

SAM_6820

SAM_6821

SAM_6827 SAM_6832

 SAM_6833

SAM_6835

SAM_6838

SAM_6842

SAM_6843

SAM_6845

SAM_6846

SAM_6849SAM_6850

SAM_6856

SAM_6858

SAM_6859

SAM_6650

SAM_6652

IL Servzio Speciale

è stato realizzato da

GIOVAN GIUSEPPE LUBRANO

**********************************************************************


§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

Servizio Speciale di

GIOVAN GIUSEPPE LUBRANO

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

 SAM_9317

SAM_9263

UN REGALO  PER DON CARLO

************************************************

************************************

SAM_9268

SAM_9266

SAM_9269

SAM_9271

SAM_9273

SAM_9274

SAM_9275

SAM_9272

SAM_9276

SAM_9277

SAM_9279

SAM_9280

SAM_9281

SAM_9278

SAM_9282

SAM_9284

SAM_9285

SAM_9286

SAM_9287

SAM_9289

SAM_9291

SAM_9292

SAM_9294

SAM_9296

SAM_9297

SAM_9298

SAM_9299

SAM_9300

SAM_9301

SAM_9302

SAM_9305

SAM_9308

SAM_9310

SAM_9313

SAM_9314

SAM_9315

SAM_9316

SAM_9317

SAM_9318

SAM_9319

SAM_9320

SAM_9321

SAM_9322

SAM_9324

SAM_9325

SAM_9326SAM_9328 SAM_9329

SAM_9331

SAM_9333

SAM_9334

SAM_9335

SAM_9337

SAM_9340

SAM_9341SAM_9342

SAM_9343

SAM_9344

SAM_9345

SAM_9346

SAM_9347

SAM_9348

SAM_9349

SAM_9351

SAM_9352

SAM_9362

SAM_9365

SAM_9367

SAM_9373

SAM_9374

SAM_9375

SAM_9376

SAM_9378

SAM_9379

SAM_9380

SAM_9382SAM_9383

***********************************

SABATO 16 LUGLIO

LA PROCESSIONE FINO ALL TORR DI MICHELANGELO

CON LA MESSA E IL PONTIFICALE DEL

VESCOVO MONS. PIETRO LAGNESE

SAM_9157

********************************************************************

**************************************************

SAM_9057

SAM_9062

SAM_9063

SAM_9073

SAM_9066

SAM_9074

SAM_9080

SAM_9082

SAM_9083

SAM_9088SAM_9089

SAM_9090

SAM_9091

SAM_9096

SAM_9097

SAM_9102

SAM_9106

SAM_9107

SAM_9108SAM_9110

SAM_9111

SAM_9112

SAM_9113

SAM_9115

SAM_9117

SAM_9119

SAM_9120

SAM_9122

SAM_9124

SAM_9125

SAM_9128

SAM_9129

SAM_9130

SAM_9131

SAM_9132

SAM_9134

SAM_9143

SAM_9148

SAM_9144

SAM_9145

SAM_9147

SAM_9148

SAM_9151

SAM_9121

SAM_9154

SAM_9156

SAM_9161

SAM_9165

SAM_9166

SAM_9170

SAM_9174

SAM_9175

SAM_9177

SAM_9188

SAM_9181

SAM_9198

SAM_9199

SAM_9204

SAM_9205

SAM_9210

SAM_9214

SAM_9216

SAM_9217

SAM_9220 SAM_9222

SAM_9224

SAM_9226

SAM_9230

SAM_9236

SAM_9237

SAM_9238

SAM_9242SAM_9252

SAM_9254

SAM_9255

SAM_9257

SAM_9258

SAM_9259

SAM_9260

Il Servizio Speciale

dalla Torre di Michelangelo

è stato realizzato da

GIOVAN GIUSEPPE LUBRANO

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§


§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

Servizio Speciale di

GIOVAN GIUSEPPE LUBRANO

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

SAM_2664

SAM_2665

SAM_2676

SAM_2643

SAM_2619

SAM_2651

SAM_2653SAM_2658

SAM_2659

SAM_2666

SAM_2669

SAM_2670

SAM_2671

SAM_2672

SAM_2673

SAM_2675

SAM_2680

SAM_2682

SAM_2683 SAM_2684

SAM_2687

SAM_2688

SAM_2696

SAM_2698

SAM_2697

SAM_2699

SAM_2700

SAM_2701

SAM_2702

SAM_2703

SAM_2704

SAM_2707

SAM_2709SAM_2708

SAM_2711

SAM_2713

SAM_2714SAM_2720

SAM_2724

SAM_2725

SAM_2727

SAM_2729

SAM_2730SAM_2736

SAM_2739

SAM_2740

SAM_2742

SAM_2749

SAM_2751

SAM_2752

SAM_2755

SAM_2758

SAM_2759

SAM_2763

SAM_2769

SAM_2766

SAM_2771

SAM_2775SAM_2778

SAM_2781

SAM_2602

SAM_2783

SAM_2784

SAM_2787

SAM_2792

SAM_2790

SAM_2795

SAM_2796

SAM_2799

SAM_2801

SAM_2803

SAM_2806

SAM_2810

SAM_2812

SAM_2813

SAM_2813

SAM_2816

SAM_2817

SAM_2820

SAM_2821

SAM_2823

 SAM_2824 SAM_2822

SAM_2825

SAM_2827

SAM_2828

SAM_2829

SAM_2830

SAM_2831

SAM_2834

SAM_2835

SAM_2836

SAM_2838SAM_2842

SAM_2843

SAM_2846

SAM_2849

SAM_2853

SAM_2856

SAM_2859

SAM_2858

SAM_2860

SAM_2863

SAM_2872

SAM_2874

SAM_2879

SAM_2878

SAM_2880

SAM_2883

SAM_2884

SAM_2885

SAM_2886

SAM_2887

SAM_2893

L’INGRESSO DELLA PROCESSIONE

NEL PORTO D’ISCHIA

SAM_2894

SAM_2902

SAM_2903

SAM_2905

SAM_2910

SAM_2911

SAM_2917

SAM_2919

SAM_2920

SAM_2912

SAM_2913

SAM_2918

SAM_2921

SAM_2922

SAM_2924

SAM_2925

SAM_2927

SAM_2934

SAM_2960

SAM_2941

SAM_2944

SAM_2945

SAM_2949

SAM_2951

SAM_2952

SAM_2954

SAM_2955

SAM_2957

SAM_2961

SAM_2956

SAM_2966

SAM_2962

SAM_2968

SAM_2970

SAM_2973

SAM_2974

SAM_2976

SAM_2976

SAM_2977

Il Servizio Speciale

è stato realizzato da

GIOVAN GIUSEPPE LUBRANO

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§


ischia-ponte

 Un episodio decisamente originale, di quelli che probabilmente non si vedevano nemmeno all’epoca di don Camillo e Peppone. Nel pomeriggio di oggi ad Ischia Ponte si svolgevano le fasi finali di un torneo di Pallanuoto con lo speaker che munito di microfono raccontava la cronaca della partita ai presenti grazie ad un impianto audio e con un pò di musica che accompagnava lo svolgimento dell’attività agonistica. All’improvviso sul posto è giunto il sindaco facente funzioni Carmine Barile che ha ordinato agli organizzatori di interrompere la musica pena la revoca delle autorizzazioni allo svolgimento della manifestazione. La cosa più curiosa è che il primo cittadino non è arrivato nel piazzale Aragonese in macchina o a piedi ma addirittura via mare, a bordo del suo Kayak, suscitando la curiosità della gente, ed anche un pizzico di ilarità. Inevitabile il commento di qualche burlone: l’amministrazione è davvero finita con le pacche… nell’acqua.  –  (Gaetano Ferrandino – ISOLAVERDE TV)


 §§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

Servizio Speciale 

da Sant’Angelo d’Ischia 

di GIOVAN GIUSEPPE LUBRANO

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

SAM_0022

SAM_9961

SAM_9963

SAM_9967

SAM_9964

SAM_9972

SAM_9973

SAM_9976

SAM_9979

SAM_9980

SAM_9984

SAM_9988

SAM_9991

SAM_9994

SAM_9995

SAM_9996

SAM_9998

SAM_0001

SAM_0002

SAM_0003

SAM_0008

SAM_0004

SAM_0011

********************************************************

SAM_0016

SAM_0019

SAM_0022 SAM_0024

SAM_0027

SAM_0031

SAM_0032

SAM_0033

 

SAM_0037

SAM_0041

 SAM_0043

SAM_0042

SAM_0044

SAM_0047

SAM_0050

SAM_0051

SAM_0053SAM_0054

SAM_0055

SAM_0060 SAM_0062

SAM_0063

SAM_0064

SAM_0070

SAM_0071

SAM_0072

SAM_0073

SAM_0074

SAM_0075

SAM_0076

SAM_0077

SAM_0082

SAM_0083

SAM_0085

SAM_0087

SAM_0088

SAM_0090

SAM_0091

SAM_0093

SAM_0102

SAM_0110

SAM_0115

SAM_0120

SAM_0121

SAM_0123

SAM_0125

SAM_0127

SAM_0130

SAM_0132

SAM_0134

SAM_0135

SAM_0141

SAM_0142

SAM_0146

SAM_0147

SAM_0148

SAM_0150

SAM_0157

SAM_0162

SAM_0163

SAM_0164

SAM_0166

SAM_0168

SAM_0172

SAM_0229

SAM_0179

SAM_0183

SAM_0192

SAM_0199

SAM_0200

SAM_0202

SAM_0210

SAM_0212

SAM_0214

SAM_0219

SAM_0219

SAM_0221 SAM_0224

SAM_0225

SAM_0229

SAM_0236

SAM_0237

SAM_0249

SAM_0252

SAM_0253

SAM_0255

SAM_0261

SAM_0262

SAM_0263

SAM_0266

SAM_0269

SAM_0273

SAM_0274

SAM_0276

SAM_0279

SAM_0229

SAM_0286

SAM_0287

SAM_0289

SAM_0290

SAM_0291 SAM_0292

SAM_0293

SAM_0295

SAM_0297

SAM_0298

SAM_0300

SAM_0302

SAM_0303

SAM_0305

SAM_0307

SAM_0308

SAM_0311

SAM_0314

SAM_0315

SAM_0318

SAM_0322

SAM_0320

SAM_0323

SAM_0324

SAM_0327

SAM_0328

SAM_0329

SAM_0330

SAM_0331

SAM_0332

SAM_0333

SAM_0335

SAM_0339

SAM_0340

SAM_0341

SAM_0342

SAM_0344

SAM_0347

SAM_0349

SAM_0351

SAM_0354

SAM_0356

SAM_0357

SAM_0358

SAM_0360

SAM_0362

SAM_0368

SAM_0369

SAM_0370

SAM_0372

SAM_0378

SAM_0382

SAM_0384

SAM_0385

SAM_9959

SAM_9958

SAM_9967

DESCRIZIONE DELLA FESTA DI

SAN MCHELE ARCANGELO

SANT’ANGELO D’ISCHIA

***********************************************************

Il 29 e 30 settembre, nella bellissima cornice di Sant’Angelo (Serrara Fontana) va in scenala festa di San Michele, protettore del borgo. È una processione molto sentita dai locali che – tra il passaggio della banda musicale, le Sante Messe nell’omonima chiesetta del XIX secolo, la festa in piazza dove la statua lignea del Santo è alla mercè dei fedeli e la processione a mare -, per due giorni vivono intensamente le celebrazioni dedicate all’Arcangelo più importante della liturgia cristiana, il difensore della fede in Dio contro le orde di Satana.

Del resto, si intuisce facilmente perchè questa piccola enclave di pescatori abbia avuto bisogno di una protezione così importante contro le paure ancestrali di un elemento estraneo e potenzialmente ostile come l’acqua. Non a caso, è proprio la processione a mare il momento più suggestivo della ricorrenza, quello a cui gli abitanti di Sant’Angelo tengono di più. Così come non è affatto casuale, ma anche qui in linea con il vissuto storico del borgo, la tradizione di trasportare il santo a bordo di un peschereccio.

Decine di imbarcazioni seguono San Michele Arcangelo nella sua traversata da Punta Chiarito, la collina che cinge la baia di Sorgeto, fino alle Petrelle, dal lato opposto (rispetto a Sant’Angelo) della spiaggia dei Maronti. Addirittura, per i fedeli che non trovano posto sui taxi boat della cooperativa barcaioli di Sant’Angelo, c’è la possibilità di imbarcarsi su due motonavi normalmente impiegate per le gite turistiche nel Golfo di Napoli.

Lungo il tragitto, il santo è continuamente accolto da spettacolari fuochi pirotecnici. In pratica, non c’è albergo, ristorante, bar e abitazione privata che non si senta in dovere di salutare rumorosamente l’angelo Mi-ka-El, nell’iconografia cristiana spesso raffigurato nell’atto di sconfiggere il Demonio, l’angelo del male.

Nella sua poesia di commiato da Forio e dal Mezzogiorno, Wystan Hugh Auden (1907 – 1973) uno dei più grandi interpreti della letteratura anglossassone del ‘900, scrisse a proposito dell’inveterata abitudine di salutare i santi con i mortaretti, che si trattava di “frastuono inteso per esorcismo”, un modo per affermare:”Può darsi che noi si sia mortali Ma siamo ancora qui!”.

La poesia però termina con una delle strofe più belle mai scritte: “sebbene non sempre si possa Ricordare esattamente perché si è stati felici, Non ci si dimentica d’esserlo stati”.

Vale per l’isola d’Ischia, vale ancora di più per la Festa di San Michele Arcangelo, giù nel piccolo borgo di Sant’Angelo.

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

Servizio di

GIOVAN GIUSEPPE LUBRANO

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

***************************************************

LA PROCESSIONE DEL 29 SETTEMBRE

GIORNO DI SAN

MICHELE ARCANGELO

**************************************************************

SAM_9693

SAM_9619

Pagine Lubrano 29 Settembre jpg

SAM_9644

SAM_9641

SAM_9647

SAM_9632

SAM_9630

SAM_9628

SAM_9654

SAM_9658

SAM_9659

SAM_9663 SAM_9662

SAM_9667

SAM_9668

SAM_9672

SAM_9673

SAM_9675

SAM_9676

SAM_9677

SAM_9678

SAM_9680

SAM_9679

SAM_9681

SAM_9682

SAM_9653

SAM_9683

SAM_9684

SAM_9685

SAM_9687

SAM_9688

SAM_9690

SAM_9692

SAM_9695

SAM_9696

SAM_9699

SAM_9700

SAM_9702SAM_9703

SAM_9704

SAM_9706

SAM_9707

SAM_9708

SAM_9710

SAM_9712

SAM_9716

 

       SAM_9717

SAM_9724

SAM_9757

SAM_9758

SAM_9759

SAM_9760

SAM_9766

SAM_9765

SAM_9762

SAM_9767

SAM_9769

SAM_9770

SAM_9772

SAM_9777

SAM_9781

SAM_9797

SAM_9798

SAM_9799

SAM_9801

SAM_9803

SAM_9809

SAM_9810

SAM_9829

SAM_9839

SAM_9844

SAM_9842

SAM_9848

SAM_9852

SAM_9861

SAM_9864

SAM_9867

SAM_9870

SAM_9885

SAM_9886

SAM_9891

SAM_9892

SAM_9893

SAM_9872

SAM_9873

SAM_9896

SAM_9899

SAM_9900

SAM_9905

SAM_9907

SAM_9914

SAM_9921

SAM_9926

SAM_9923

SAM_9926

SAM_9928

SAM_9929

SAM_9932

SAM_9935

SAM_9937

SAM_9943

SAM_9945

SAM_9947

SAM_9949

SAM_9954

******************************************************

**************************************

IL CONCERTO SERALE DI

NICOLA PANTALONE E PIETRA MONTECORVINO

10592845_4608006813729_2929967741263416338_n

10635766_4608007133737_1800527249809183841_n

1102415_10152694082481543_7188312800367475927_o

207064_1028740172531_5541_n

jpg_3835193 pietra montecorvino

 Il Servizio da

Sant’Angelo d’Ischia

è stato realizzato da

GIOVAN GIUSEPPE LUBRANO

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§


TORINOCUNEOAOSTAASTINOVARAVCOVERCELLIBIELLAALESSANDRIASAVONAIMPERIA e SANREMO V

Ischia, l’isola che nasconde un cuore contadino

Oltre le terme, il fascino di una storia ricca e di una cucina che punta sui profumi di terra
ANSA

Un’immagine dello Scoglio, l’isolotto che racchiude come uno scrigno i tesori artistici di Ischia


Mare incantato, baie nascoste, piccoli borghi ricchi di fascino: Ischia è la meta ideale per un «fuori stagione» tra il romantico e modaiolo. Il suo cuore artistico batte sullo Scoglio, l’isolotto, a una manciata di minuti dal porto, che custodisce le testimonianze più importanti della storia ischitana, come i resti della chiesa di San Pietro, il monastero delle Clarisse, la chiesa dell’Immacolata con la sua inconfondibile cupola e il Castello Aragonese. Dove nei primi decenni del ’500 soggiornò e «regnò» la principessa (e poetessa) Vittoria Colonna attorniata da un cenacolo di artisti e letterati d’eccezione, da Michelangelo (che dedicò alla donna tenerissimi sonetti d’amore) ad Ariosto a Pietro Aretino. Lasciato alle spalle il centro abitato di Ischia, ecco Casamicciola, che, adagiata sulle pendici dell’Epomeo (il monte dell’isola), conserva nelle zone più interne valli, calanchi, terrazzamenti e coni di vulcani spenti e poi pinete, agrumeti, vigneti e boschi: basta percorrere la vecchia Strada Borbonica per scoprirli e così lungo i tornanti che portano alle giogaie del Cretaio viene allo scoperto in modo prepotente «l’anima di terra» di Ischia.

****************************

Riprendendo la litoranea, un «fungo» (in realtà, uno scoglio di tufo modellato dal vento e dalle onde) immerso nel mare è il logo di Lacco Ameno, diventata famosa per i suoi alberghi e i centri termali negli Anni 60 del secolo scorso. La sua storia è, però, lunga di secoli e la prova è da cercare nel Museo Archeologico della settecentesca Villa Arbusto dove si trovano i gioielli, i corredi funerari, i vasi dei coloni greci che sbarcarono sull’isola e che fondarono Pithecusa, la loro città. A Forio, invece, sono sorte le ville più belle dell’isola come La Colombaia (appartenuta a Luchino Visconti) e La Mortella con il giardino lussureggiante che il compositore inglese William Walton fece realizzare, intorno agli Anni 50, da Roussel Page, uno dei più grandi paesaggisti del secolo scorso.

Forio è il più grande centro dell’isola: le sue case si arrampicano fino sui fianchi dell’Epomeo e nel suo centro storico si incontrano, in quantità, memorabilia del glorioso passato come le torri medievali, spesso riutilizzate come sedi di alberghi di charme, come succede per esempio all’Hotel Mezzatorre (www.mezzatorre.it) nascosto in un parco immenso, su di un promontorio circondato dal mare. Uscendo da Forio, si scende fino a Sant’Angelo, paesino incantato, allungato sul mare con le piccole case dei pescatori dipinte a colori pastello: qui si gira solo a piedi, tra vicoli che sanno di vento e di mare, per raggiungere il porticciolo con le barche dei pescatori ormeggiate e lo scoglio di tufo grigio unito da una sottile striscia di sabbia alla terraferma.

E l’anima terragna di Ischia? Quella si scopre nella sua cucina contadina, dove il piatto simbolo non è a base di pesce, come sarebbe facile supporre, ma di carne: il must è il coniglio all’ischitana, altri ingredienti immancabili sulle tavole ischitane sono le verdure e le erbe selvatiche, che entrano nella composizione di minestre (come quella di cicoria e fagioli) o si sposano ad altre erbe o verdure come nella millenaria «scapece» a base di mentuccia, peperoncino, aglio.

03/04/2014 · Fatti curiosi, Turismo

07/12/2013 · Fatti curiosi

Cinquantamila euro è la somma che Domenico De Siano deve sborsare. La sentenza della Core dei conti è arrivata come un fulmine a ciel sereno. Capitolo Asse, si chiude così. I giudici hanno evidenziato che lo studio di fattibilità alla base della costituzione dell’Azienda Speciale ASSE sia stato carente e lacunoso. Il 50 per cento del risarcimento è a carico di De Siano, ai quei tempi sindaco di Lacco Ameno. Il 35 per cento del restante, sarà a carico dei consiglieri dell’epoca, tra cui Tuta Irace, ex sindaco di Lacco Ameno. (ULTIMORA ONLINE)

08/10/2013 · Fatti curiosi

IL BACIO DI DE SIANO ALLA BELLA DANIELA

L’ onorevole Domenico De Siano ha compiuto 55 anni. Chi non conosce Domenico. Artefice della rinascita di Lacco Ameno. Ora si gode l’esperienza romana. Ha colmato  il vuoto che affligge il muscolo più importante del corpo. Ha trovato finalmente l’amore. Daniela, alta, bionda, sinuosa. Una bella coppia non c’è che dire. La foto ripresa da facebook, è l’emblema di un amore che va a gonfie vele. Auguri Domenico. Ora sulla tua pagina facebook puoi cambiare: da sposato a innamorato! – (ULTIMORA ONLINE)

17/09/2013 · Fatti curiosi